Archivio per la tag 'didattica'

Zeetings: presentazioni, sondaggi, questionari, lezioni interattive in forma collaborativa

Zeetings è un’applicazione web che permette di condividere presentazioni, sondaggi, questionari interattivi dove è possibile collaborare in tempo reale tra utenti, per esempio tra insegnanti e studenti, tramite una chat di gruppo o in presenza proiettando la presentazione su uno schermo.

Gli interventi possono essere richiesti anche attraverso la partecipazione a sondaggi e questionari, ovvero tramite vere e proprie verifiche online.

Durante la visualizzazione di una serie di slide in Powerpoint o in PDF si può commentare, fare domande, spiegare, partecipare ad una lezione interattiva a distanza.

Con Zeetings la didattica digitale a distanza rompe il tradizionale canale comunicativo monodirezionale tra professore e studenti e la comunicazione avviene in forma multidirezionale,  collaborativa appunto.

Al termine dello zeeting avremo a disposizione tutte le informazioni della lezione o dell’attività svolta in modo da estrarre i risultati ed assegnare punteggi.

Le sedute possono essere salvate per essere analizzate e discusse in un secondo momento.

Si può accedere a Zeetings con qualsiasi dispositivo, in pieno spirito BYOD, senza la necessità di essere registrati ma semplicemente condividendo un apposito link o tramite la scansione di un codice QR.

L’insegnate, per esempio, può inviare il link agli allievi o mostrare il QR sulla LIM di classe e gli allievi potranno accedere alla lezione direttamente con il proprio tablet o smartphone.

Vedi il video tutorial di App per Prof.

Animagraffs: brevi animazioni video che insegnano come funzionano le cose

Aimagraffs è un sito davvero interessante con una forte impronta didattica ed educativa che offre brevi animazioni video che insegnano come funzionano le cose.

Si tratta di vere e proprie infografiche animate che riguardano tanti oggetti di uso quotidiano, prevalentemente meccanismi, tecnologia e fenomeni naturali.

Di solito troviamo il classico “come fare” (how to) in forma scritta e con illustrazioni fotorafiche o disegni, Animagraffs va oltre inserendo brevi animazioni davvero ben fatte, semplici ed immediate da interpretare.

Alle animazioni sono inclusi punti su cui cliccare per ottenere ulteriori spiegazioni.

Di un soggetto sono disponibili varie infografiche 3D a 360 gradi.

Le immagini sono bellissime, realizzate in maniera professionale e possono essere zoomate e roteate.

Le spiegazioni sono in Inglese ma l’aspetto visuale delle risorse pubblicate fa superare facilmente l’eventuale ostacolo della lingua.

Animagraffs si basa su lavori richiesti da utenti e clienti ed è un sito altamente consigliato a tutti ed in particolare al mondo della scuola.

TES Tech with Blendspace: realizzare e condividere lezioni multimediali facilmente

 

Blendspace, ora TES Tech with Blendspace, è una risorsa online utile a realizzare e condividere lezioni multimediali facilmente in una o più classi.
 
In modo davvero intuitivo si possono caricare ed organizzare in forma didattica immagini, video, testi scritti e file.
 
La registrazione di docenti e studenti è gratuita e si può effettuare anche tramite un Google account.
 
Oltre ai vari tool dove inserire contenuti semplicemente trascinandoli all’interno del pannello di controllo, Blendspace permette di ricercare ulteriori contenuti da altri social, come Youtube, Flickr, ecc., e di aggiungerli al volo alla lezione.
 
Naturalmente si possono anche caricare file dal proprio computer o dai servizi cloud come Google Drive o Dropbox.
 
La lezione finita può essere condivisa con un link nei social, in Google Classroom, tramite codice QR per smartphone e inserita in una pagina web e gli allievi vi possono accedere anche se non sono registrati.
 
Tuttavia all’interno di Blendspace è possibile creare e gestire classi virtuali ma in questo caso gli alunni dovranno registrarsi alla piattaforma come studenti.
 
Video tutorial di Prof Digitale.

Socratic: un’app per smartphone per risolvere problemi matematici e scientifici passaggio per passaggio

 

Socratic è un’innovativa app che aiuta a risolvere problemi matematici e scientifici passaggio per passaggio direttamente dal telefonino o dal tablet.

Attraverso un algoritmo di codice aperto e tecnologie all’avanguardia, l’applicazione è in grado di rispondere a domande fornite in modo schematico attraverso una mappa costruita da immagini, usufruendo di un database di milioni di domande di esempio in grado di filtrare i concetti necessari a fornire la risposta esatta.

Ciò avviene non solo nel campo della matematica, in particolare dell’algebra, ma anche in quello della scienza in generale.

Le risposte saranno fornite o in formato testuale o in quello video, in modo semplice passaggio per passaggio e questo aspetto assume un importante valore didattico per insegnanti e studenti.

Si può per esempio caricare l’immagine di un’equazione da risolvere e l’app, prima riconoscerà numeri e simboli, individuerà poi le regole da applicare e infine offrirà la soluzione.

Socratis è un’app gratuita per iPhone iPad alla quale lavora anche un team di persone che offrono un supporto diretto agli utenti e che tengono a puntualizzare che il software è basato anche su un processo pedagogico e non solo tecnologico.

Maggiori informazioni sul blog di Socratis.

 

VideoScribe e TruScribe: creare video presentazioni che simulano l’effetto scrittura e il disegno a mano libera

VideoScribe TruScribe sono due software che permettono di creare video presentazioni che simulano la scrittura e il disegno a mano libera.

Il primo è disponibile in versine desktop (PC e MAC) e fornisce app per iPad e Android, mentre il secondo è fornito solamente come app iOS.

Purtroppo VideoScribe è a pagamento (anche se la versione per iPad non costa molto ed è abbastanza completa), mentre TruScribe fornisce anche una versione limitata gratuita con cui si possono realizzare presentazioni lunghe non più di 30 secondi.

Con entrambi i programmi si può simulare una whiteboard, una lavagna interattiva, su cui una mano simula la scrittura di un testo o il disegno di figure e oggetti con una penna.

In pratica si possono raccontare storie, preparare lezioni, guide e tutorial in modo molto accattivante e dinamico, focalizzando l’attenzione su elementi o scritte specifiche.

VideoScribe consente anche di inserire file e testi audio registrati o una colonna sonora alle animazioni video.

E’ facile intuire come filmati realizzati con queste applicazioni si prestano perfettamente alla didattica digitale e alla condivisione social di lezioni scolastiche.

Un esempio è la pagina YouTube di Francesca M.

L’effetto scrittura a mano libera è anche una caratteristica del più conosciuto PowToon, web application che offre anche una versione limitata gratuita e un ambiente EDU specifico.

Un altro software a pagamento per Windows simile ai precedenti è Easy Sketch Pro.

Padlet: bacheca virtuale dove realizzare progetti collaborativi, ricerche di gruppo, appuntare contenuti multimediali

Padlet è un’applicazione web molto interessante e sempre più completa, diffusa principalmente nel mondo educativo, nella didattica e non solo.

Si tratta di una bacheca virtuale dove realizzare progetti collaborativi, ricerche di gruppo, appuntare contenuti multimediali, creare presentazioni, percorsi di storytelling e tutto quello che la nostra fantasia riesce ad produrre.

L’ambiente di lavoro mira alla condivisione di contenuti con altri utenti (colleghi e studenti) ed è pertanto disponibile all’ uso tramite diversi device: app gratuite per tablet e smartphone Android e iPad.

Una volta che ci siamo accreditati e creato un nuovo muro virtuale (wall), è possibile procedere alla configurazione iniziale del Padlet: immettere un titolo, una descrizione, inserire una miniatura, uno sfondo e modificare la struttura e il layout.

Tramite il menù principale si possono aggiungere contenuti, condividere il nostro Padlet, esplorare la galleria di quelli realizzati da altri utenti, duplicare e cancellare la bacheca.

Attraverso il menù della condivisione si può assegnare un link user friendly, più facile da ricordare per rendere più semplice l’accesso agli utenti invitati.

Possiamo inoltre decidere il grado di condivisione, se rendere il Padlet privato, protetto da password, pubblico, oppure condividerlo solo con chi avrà il link.

Questo è un aspetto molto importante e decisivo, che consente di stabilire il criterio del lavoro di un gruppo classe per esempio o di un equipe di colleghi collaboratori.

Si può infine pubblicare sui social network e copiare il codice embed per inserire il muro in una qualsiasi pagina web.

Sulla bacheca è possibile aggiungere qualsiasi tipo di contenuto, sia reperito nel web, sia caricato e prodotto con il nostro computer o dispositivo mobile: scritte, testi, immagini, video, audio,  Google map, link. Il tutto avviene anche grazie ad un semplice drag and drop.

Padlet, in definitiva, si presta alla perfezione per progetti didattici di ricerca-azione, storytelling, per realizzare timeline, per qualsiasi tipo di progetto collaborativo, per il lavoro di gruppo e di classe, per salvare contenuti e creare lezioni. Non a caso, come ho già detto, è sempre più diffuso nel mondo della scuola da chi intraprende percorsi di didattica digitale.

Ecco due video tutorial in Italiano per capire meglio il suo funzionamento:

Un’utile presentazione:

Padlet from Rosangela Mapelli

Un completo manuale d’istruzioni in italiano si trova a questo link.

Alcuni esempi di Padlet:


albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: