Archivio per la tag 'chat'

SpeakLike: traduzione in tempo reale delle conversazioni di una chat


SpeakLike

SpeakLike è un’applicazione, ancora in fase beta test, che permette di tradurre in tempo reale le conversazioni di una sessione chat.

La traduzione per ora avviene in tre lingue: Inglese, Spagnolo e Cinese.

Si tratta di una traduzione automatica che offre il controllo all’utente della correzione degli errori in tempo reale.

Non l’ho potuto provare personalmente, ma immagino che si tratti di uno strumento straordinario. Immaginate infatti di poter chattare con un cinese, un americano o uno spagnolo tranquillamente senza conoscere la lingua!

Purtroppo il servizio non sarà del tutto gratuito, ma visto quanto offre sarà comunque utile a molti.

Via | wwwhatsnew

Scriblink: lavagna digitale per condividere idee in tempo reale

angel



Scriblink è una lavagna digitale che può essere condivisa da un gruppo di persone. Con essa si possono mostrare le nostre idee e in tempo reale con altri utenti (massimo cinque, da invitare per posta elettronica).

L’applicazione contiene strumenti di disegno e di scrittura basilari, addirittura scarni (linee, cerchi, rettangoli, griglie, un selettore del colore e della dimensione del pennello, un secchiello). La sua forza, tuttavia, sta nella possibilità della condivisione a distanza.

Con essa, per esempio, si potrebbe elaborare una bozza, un progetto con un gruppo di colleghi di lavoro, oppure utilizzarla per una spiegazione o a corredo di una lezione.

Ci si può avvalere anche di una chat, collocata sulla barra laterale, dove stabilire anche una conversazione. Le bozze possono essere salvate e riaperte all’occorrenza.

In Scriblink l’apparenza inganna, la sue estrema semplicità infatti potrebbe essere il motivo del suo successo.

Nei link di corredo al post sono recensiti altri strumenti di questo tipo.


Sclipo Live: lezioni a distanza tramite webcam



Tra i tanti servizi di condivisione video nel web alla YouTube spicca Sclipo, startup spagnola (vincitrice del premio European StartUp 2.0 Award) che ha intrapreso uno sforzo continuo per migliorare le proprie funzionalità con l’intento di trasformarsi in un punto di riferimento di guide educative e video tutorial online.

L’ultima interessante novità è Sclipo Live, un servizio dove lo studente e il professore possono incontrarsi a distanza per lezioni tramite webcam.

In pratica insegnanti ed esperti in materie specifiche che pubblicano video in Sclipo possono impartire le loro lezioni direttamente via web.

Si pensi alle potenzialità di uno strumento di questo genere. Possibilità di scegliersi il docente più adatto alle proprie necessità, vasta offerta di lezioni su misura faccia a faccia sono soltanto le prime che vengono in mente.

Detto in parole povere, Sclipo Live potrebbe essere definito come un nuovo modo per offrire e ricevere le famose “ripetizioni” standosene comodamente seduti davanti al computer di casa.

Gli utenti sono in grado di attivare gratuitamente una registrazione come studenti o come professori. I primi dovranno scegliere un corso nella directory specifica e sollecitare una sessione di studio.

Non dovranno per forza disporre di una webcam, benché decisamente opportuno, poiché potranno avvalersi anche di una chat e potranno anche prendere appunti online. I video saranno registrati e potranno essere rivisti in un secondo momento in sincronia con la sessione chat e gli appunti.

Finita la lezione gli studenti esprimeranno un giudizio sui professori, accreditarli o meno, valutandoli e votandoli (aspetto tipico delle reti sociali improntate sul web 2.0).

Agli insegnanti registrati invece viene offerto un mezzo potente, che permette in aggiunta di far guadagnare denaro. Essi decideranno la durata e il costo di una lezione e Sclipo si riserverà una piccola percentuale.

Il video sopra (in inglese) spiega chiaramente il funzionamento di Sclipo Live e merita di essere visto.

L’idea di partenza è a mio avviso molto buona. Resta da valutare la praticabilità del progetto, offerto al momento in inglese, spagnolo e tedesco.

Certo se si aggiungesse la lingua italiana, se si sviluppasse una community di utenti italiani o nascesse un servizio similare ex novo pensato specificamente per l’Italia, potrebbe certamente riscuotere successo.

Servizi similari: NowPlayIt (lezioni di musica) e Grockit

Via | TechCrunch


Woki: avatar animati e parlanti



Tempo fa ho dedicato un post alla sintesi vocale, recensendo Oddcast, servizio che consentiva di creare tra le altre cose avatar parlanti poliglotti.

Del tutto simile, praticamente identico, è Woki, un incredibile strumento che permette di creare personaggi parlanti da condividere in rete.

Una volta creati gli avatar possono essere ineriti in una pagina web (vedi la sidebar del blog). Essi rispondono alle mosse del mouse muovendo gli occhi e soprattutto … parlano!

Woki è un servizio gratuito, è necessario solamente registrarsi. Si puo scegliere in una vasta gamma di personaggi da personalizzare e modificare a piacimento (capelli, pelle, vestiario, accessori, sfondi, tipo di player… ).

Successivamente li doteremo della parola, registrando la voce da un cellulare, con un microfono, caricando un file audio in vari formati o digitando un testo in modo da farlo leggere da uno speaker. Ce ne sono in moltissime lingue e i lettori italiani (dal timbro di voce diverso) sono davvero “professionali”.

In sostanza con Woki si può creare un alter ego virtuale al volo, in modo semplice ed intuitivo. Gli avatar possono essere inseriti in un blog attraverso la classica porzione di codice (embed).

Le potenzialità di questo mezzo sono variegate e, sebbene sia molto divertente, non solo legate soltanto allo svago. Leggo sull’interessante blog DidaLLGo questa efficace sintesi:

Uno strumento che a primo acchito può sembrare più ludico che didattico ma che se ci pensiamo bene può offrirci diverse possibilità per creare materiali didattici per l’-learning, per le attività in FAD o da far utilizzare in attività strutturate dai nostri allievi.

Buono anche per un uso professionale ed educativo dunque. Assolutamente da provare.

Vedi anche Meez, un altro ottimo servizio per la creazione di avatar animati 3D.


Flowchart: generare e condividere diagrammi online



Flowchart consente di creare diagrammi di flusso online. Non c’è bisogno di installare alcun software o plugin, basta semplicemente iscriversi.

Il servizio è molto semplice ed intuitivo e si può collaborare in tempo reale in un lavoro di gruppo con colleghi anch’essi accreditati con i quali è possibile anche comunicare via chat.

Si può scegliere tra alcuni formati predefiniti di diagramma, inserire foto, disegni e clipart, scegliere il carattere cambiare colori agli oggetti, muoverli, attraverso un comodo editor.

Il diagramma ottenuto può essere salvato come immagine png o in PDF.

Un ottimo strumento per la produttività, concorrente di Gliffy e di Glinkr


Rassegna di siti web n° 4




Quarto appuntamento con Web Links, rubrica del blog dove segnalo le notizie e siti più interessanti di cui vengo a conoscenza che non riesco (o non voglio) segnalare in un post.

Chi è interessato a tutti i miei links può consultarli sul mio del.icio.us e magari sottoscriverli.

  • Stellarium, software opensource che mostra un affascinante planetario 3d;
  • Wikisky, planetario online, una sorta di Gogle Maps dell’universo;
  • Guruger, condivisione di musica direttamente da desktop;
  • Musotik, notizie musicali e immagini da Last.fm, video da YouTube, radio da Pandora, motore di ricerca torrents e molto altro in un posto solo;
  • DwarfURL, accorcia URL che funziona anche tramite estensione per Firefox;
  • Yoh, altro accorcia URL spagnolo;
  • Useamap, creare e condividere mappe personalizzate;
  • Myatabus, 5 giga gratuiti di storage online;
  • Nireblog, piattaforma blogging multilingue;
  • Picupine, albums di massimo 10 immagini online che espirano dopo una settimana;
  • Whoissick, community per convidere i problemi di chi soffre malattie;
  • Afrigator, blogosfera africana;
  • Authorati, widget che integra i voti dei lettori dei post di un blog;
  • iStalkr, aggregatore RSS che mostra in una linea del tempo le attività dei servizi feeds usati;
  • Alpha, il motore di ricerca personalizzato di Yahoo;
  • Breeze, creazione campagne tramite email;
  • Weblin, rete sociale di identità personali nel web sotto forma di avatar;
  • MyCyberTwin, chat di personalità virtuali via web;
  • VirusTotal, scanner online gratuito che usa i motori di alcuni famosi antivirus;
  • Fonts500, pacchetto di belle fonts gratuite da scaricare.




Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: