Archivio per la tag 'api'

Gramfeed: il tuo Instagram via web

gramfeed

Gramfeed, finalmente, fornisce un’interfaccia web ad un account Instagram personale, unica vera lacuna di questo ottimo servizio di foto sharing.

Ci si autentica con le nostre credenziali Instagram e potremo così accedere al nostro photo stream e alla timeline dei nostri amici.

Cliccando su un’immagine la potremo visualizzare assieme ai commenti in una singola pagina web e possiamo accedere alle foto più popolari proprio come nell’applicazione per iPhone o ricercare foto ed utenti.

Gramfeed è un ottimo esempio di quello che si può ottenere con le API di Instagram, appena rese pubbliche.

Si tratta di un utile servizio del tutto gratuito.

Aviary Feather: editor immagini in HTML5 da inserire in un sito web

feather

Aviary aggiunge un’altra freccia al suo arsenale lanciando Feather, un editor immagini in HTML5 da inserire in un sito web.

Attraverso una semplice procedura guidata, infatti, blogger e webmaster possono ottenere un codice embed per inserire un widget nei loro siti contenente l’editor grafico, consentendo così ai propri visitatori o clienti di manipolare immagini e foto online direttamente all’interno di un’apposita pagina web.

L’HTML5 rende il processo dell’image editing decisamente più rapido e funzionale in quanto non usa Flash, evitando di richiedere eccessive risorse al server in cui è ospitato il sito web.

Inoltre esso consente la visualizzazione e l’utilizzo dello strumento anche con qualsiasi dispositivo mobile, iPad e iPhone inclusi.

Oltre ai soliti tool per la modifica delle immagini (colori, saturazione, occhi rossi, ritaglio, ridimensionamento, rotazione, capovolgimento, luminosità, contrasto), lo strumento offre una serie di effetti speciali e di filtri e la possibilità di scrivere e disegnare sopra le foto.

Aviary Feather è un’offerta del tutto gratuita che può essere provata qui.

Accorciare molti URL in un colpo solo con www.to

www.to

www.to è una nuova applicazione web che permette di accorciare molti URL in un colpo solo, in gruppo o in batch come si dice in gergo informatico.

Si possono inserire fino a cinquanta link anche in una singola lista (uno per riga) usando la modalità multipla e procedere alla creazione dei link brevi da condividere del tipo http://www.to/Yo67c.

Saranno forniti i singoli link brevi di ciascun URL inserito nella lista e la possibilità di inviarli direttamente via email e non il link contenete la lista delle pagine inserite.

www.to non è uno strumento per raggruppare liste di siti dunque.

Il servizio libera le API per integrare il servizio in qualsiasi pagina web, fornisce un bookmarklet per procedere al volo alla abbreviazione di un indirizzo durante la navigazione, è gratuito e non richiede registrazione.

GDZLLA: hostare le foto di Twitter nel proprio Flickr via iPhone

gdzl.la

GDZLLA è un utile servizio che permette di hostare le foto di Twitter nel proprio Flickr via iPhone.

Questo è molto utile per chi non vuole usare gli strumenti di foto sharing tipici di Twitter come Twitpic o Yfrog e vuol far convergere tutte le proprie immagini direttamente in Flickr, usando così un solo servizio di photo hosting.

Non solo, così facendo si può condividere una foto in Twitter e allo stesso tempo salvarla in Flickr senza dover compiere le due operazioni separatamente.

Tutto quello che serve è disporre di un iPhone con Tweetie installato e di un account Flickr.

Sarà necessario immettere le nostre credenziali di Twitter in GDZLLA per autenticarsi, autorizzare Flickr e configurare le API di Tweetie inserendo l’URL fornita rendendolo così il sistema predefinito dove caricare le immagini. Non si tratta affatto di un’operazione complessa.

A questo punto quando si condividerà una foto dal nostro iPhone in un tweet essa sarà caricata direttamente nel nostro Flickr.

GDZLLA è un servizio del tutto gratuito.

UrlImg: modificare un’immagine intervenendo sulla sua URL e usarla per il blogging

urlimg

UrlImg è uno strumento particolare che consente di modificare un’immagine intervenendo sulla sua URL.

Si possono modificare le dimensioni delle immagini, ritagliarle, ruotarle, renderle quadrate, creare una miniatura (thumbnail).

Per fare ciò basta usare il link dell’immagine residente online e utilizzare uno dei codici messi a disposizione.

Per usare la funzione resize, per esempio, si parte dall’URL http://urlimg.com/resize/WIDTHxHEIGHT/IMAGEURL inserendo i valori richiesti, ossia l’altezza e la larghezza in pixel e l’hotlink dell’immagine già residente online.

Dovremmo dunque creare un link del genere http://urlimg.com/resize/300×400/example.com/myimage.jpg

I vari comandi per modificare le immagini si trovano a questa pagina ma la procedura è sempre simile.

Ci sono anche comandi per ottenere veri e propri effetti grafici. Per esempio per trasformare una foto in bianco e nero, per aggiungere un’ombreggiatura, un filtro e addirittura per convertire da un formato all’altro.

I nostri file modificati sono salvati automaticamente sui super sicuri server di Amazon. C’è un limite di 50 mb per lo storage gratuito oppure si possono sottoscrivere piani a pagamento registrandosi ed inserendo il proprio sito o blog.

UrlImg, dunque, rappresenta soprattutto un’ottima risorsa per quei blogger e webmaster che vogliono caricare le immagini dei propri siti in un servizio esterno onde evitare il consumo di banda nel proprio hosting server.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: