Bloggers e plagio

Il plagio in internet, ed in particolar modo nella blogosfera, va sempre più di moda. Se si pensa al mondo dei bloggers, sempre più numeroso e pieno di principianti, è un fatto abbastanza naturale, fisiologico.

Non si hanno idee, non si sa cosa scrivere e allora si fa una bella ricerca raffazzonata sul web, si trova il post giusto, copia e incolla, un sistemata all’aspetto, ai links, una ritoccatina alla grafica… e il furto è servito.

Sono stato appena vittima di un caso simile, riguardo un post di questo blog, mi sono infastidito, ma poi, grazie a i consigli degli amici, mi sono reso conto che non ne vale proprio la pena. In fondo sin dal liceo mi copiavano i compiti di matematica… e io mi facevo copiare pure volentieri, per un senso di solidarietà tra coetanei. Ci vorrebbe soltanto un po’ di correttezza.

Ci sono molte maniere per vendicarsi nel web, ma ne vale la pena? Sicuramente dipende da ciò che si copia, dalla sua impotranza e soprattutto da chi si appropria indebitamente di una fonte: più è “importante” il ladro, più logica è la vendetta.

La mia etica mi ipone 3 regole fondamentali:

  1. mettere tra virgolette o in corsivo il testo citato;
  2. riportare sempre la fonte, tramite un riferimento esplicito;
  3. linkare il post originale.

Quest’ultimo è il comportamento più corretto, è come dire: “mi hanno colpito queste parole di Tizio e queste altre di Caio, vai anche tu a vedere cosa dicono perché sono interessanti”.

E invece, come giustamente dice Pandemia, le fonti non le cita nemmeno Repubblica ed è una pratica piuttosto diffusa nelle principali testate italiane, figurarsi se lo fa l’ultimo dei bloggers!

Una completa collezione di strumenti per Flickr

Flickr Tools

Pensavo che fd’s Flikr Toys fosse la migliore lista di tools per Flickr, ma anche Flickr Tools è davvero molto ricca.

Oltre ad una grande collezione di strumenti, alcuni anche divertenti, in mentalaxis si trovano un sacco di notizie e due chicche: idFindr, una completa utility per trovare lo UserId di Flickr (e lo Id dei gruppi e dei photoset ad esso corrispondenti) e badgr, uno strumento basato su flash per bloggers adatto a creare badges, che permette di visualizzare il proprio photostream di Flickr nelle pagine web.

Da provare, magari assieme ai servizi ufficiali di Flickr.

All Things Web2.0: ricchissima lista su “tutto” il web2.0

All Things Web2.0 Screenshot

All Things Web2.0 è una lista ricchissima di siti riguardanti il web2.0, suddivisa per directories.

Nata dal grande traffico internet generato dal post All Things Web 2.0 – The List di Christian Mayaud sul suo blog Sacred Cow Dung e concepita come open directory (aperta cioè alla community che può segnalare, votare, recensire siti), vi si trova veramente di tutto ed è in continua espansione, essendo un progetto molto giovane.

Ci sono “cose” serie e facete, dai fumetti alla finanza, dal divertimento alle applicazioni per ufficio, dal porno alle news, dagli animali ai video… chi più ne ha, più ne metta!

Interessanti le due sezioni: Voted Best Web 2.0 Apps e Most Popular Web 2.0 Apps.

La migliore e più dinamica lista che ho trovato sull’argomento. Da provare.

Organizza la tua mente con Mayomi

Mayomi (abbreviazione di Map Your Mind) è un pratico servizio gratuito per la costruzione di mappe mentali on line.


This album is powered by
BubbleShare
Add to my blog

Il sito (in inglese ovviamente) consente di organizzare concetti, pensieri e informazioni nel classico diagramma delle mappe mentali in modo comodo ed intuitivo, soprattutto a chi già possiede una certa dimestichezza con questo genere di applicazioni.

I lavori realizzati si possono salvare e richiamare ed è possibile consultate anche l’archivio pubblico delle mappe di Mayomi (ad oggi circa 3500, con 10000 utenti, 70000 associazioni di parole, 58000 parole diverse usate) da cui attingere a piacimento.

Il servizio è un altro classico esempio di applicazione in stile web2.0.

Chi è interessato alll’argomento e ai softwares per la costruzione di mappe mentali (ce ne sono di ottimi anche freeware) veda questo mio post sulle mappe concettuali.

Zapr: un pratico servizio di sharing

Zapr: really simple sharing

Zapr è un servizio per condividere files con amici, gruppi o pubblicamente.

Il programma, ancora in fase beta, funziona tramite invito e attraverso una utility da installare nel pc (richiede Windows Xp con .Net framework 2.0).

Le principali funzioni sono queste:

  • attraverso drag and drop del file sul nome di un contatto, l’amico riceverà il file via email;
  • stessa cosa avviene sul nome di un gruppo di contatti (utile per chi deve spedire gli stessi files a più persone);
  • al file che desideriamo condividere (o la cartella) viene assegnata una URL dalla quale si può aprire o scaricare;
  • accesso da computer remoto.

Il sevizio è per ora gratuito e senza restrizioni sulle dimensioni dei files.

Il grande limite di Zapr, tuttavia, consiste nel fatto che i links generati funzionano solo quando i computer dove risiedono i files sono on line e ciò ne limita l’uso per i bloggers che hanno bisogno di caricare documenti per il download esternamente al proprio hosting provider. A questo scopo è molto meglio utilizzare uno dei tanti servizi di storage che si trovano on line.

Mikons: divertente strumento per la creazione di loghi e icone on line

Mikons è un simpatico strumento per la creazione di loghi ed icone on line.


This album is powered by
BubbleShare
Add to my blog

Attraverso una tavolozza virtuale, la Mikons Machine (che necessita del plugin Shockwave), si possono disegnare facilmente e rapidamente le nostre “mikons” da salvare per poi scaricare o inviare via mail.

Gli strumenti sono semplici, intuitivi e molto simili a quelli delle classiche applicazioni grafiche per disegno, si può partire da una ricca dotazione di cliparts suddivise per categorie.

C’è una nutrita community con la quale si può interagire, un blog di sostegno e dal nostro account si possono invitare amici.

Le mikons pubbliche (ce ne sono moltissime e molto carine) si possono utilizzare anche senza registrarsi al sito.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: