Imparare l’inglese con i podcast

englishblog
Englishblog è un servizio per apprendere la lingua inglese in formato blog e podcast. Ogni giorno ben 5 minuti!

Tutti i contenuti sono curati cal Centro Linguistico d’Ateneo Messinese.
Un’idea nuova ed intelligente.

englisgratis
Un’altra risorsa per la lingua inglese è Englishgratis. Come dice il nome stesso, il sito (in italiano), “grazie alla derivazione dalla celebre rivista English4Life, ti propone una serie notevole di materiali gratuiti di alta qualità che ti potranno rendere più agevole l’apprendimento dell’inglese. Che si tratti di grammatica o di letture, troverai su questo sito tutto quello che ti serve per imparare o migliorare l’inglese senza spendere nulla“.

Spot commerciali tutti da ridere

Very Funny Ads (advertising), è un bel sito dove vedere alcuni tra più divertenti video di pubblicità del mondo (mancano ancora molti stati, tra cui l’Italia).

Molto ben curato graficamente, richiede flash player e una connessione veloce. Divertentissimo.

Due ottime utilities per ridurre le immagini

Resize
Resize è una piccola utility per ridurre le immagini rapidamente (solo 331 kb). Non necessita d’installazione e permette facilmente di ridurre una o più immagini in un baleno.

L’algoritmo del programma genera risultati di ottima qualità perché usa tutte le risorse dell’immagine originale.

Perfetta per la creazione di thumbnails per pagine web e bottoncini, purtroppo supporta solo jpeg e bitmap.

Io la uso per trasformare le foto di grandi dimensioni, scattate con la fotocamera digitale, in modo da renderle compatibili con il telefono cellulare sul quale trasferirle con facilità.

Download diretto qui.

FS Photo Resizer
Prova anche FastStone Photo Resizer, altro programmino gratuito (in inglese, meno immediato ma altrettanto valido) in grado di ridurre, convertire e rinominare immagini di vario tipo. Ottimo per la multirinomina di liste di files.

Bloggers e plagio

Il plagio in internet, ed in particolar modo nella blogosfera, va sempre più di moda. Se si pensa al mondo dei bloggers, sempre più numeroso e pieno di principianti, è un fatto abbastanza naturale, fisiologico.

Non si hanno idee, non si sa cosa scrivere e allora si fa una bella ricerca raffazzonata sul web, si trova il post giusto, copia e incolla, un sistemata all’aspetto, ai links, una ritoccatina alla grafica… e il furto è servito.

Sono stato appena vittima di un caso simile, riguardo un post di questo blog, mi sono infastidito, ma poi, grazie a i consigli degli amici, mi sono reso conto che non ne vale proprio la pena. In fondo sin dal liceo mi copiavano i compiti di matematica… e io mi facevo copiare pure volentieri, per un senso di solidarietà tra coetanei. Ci vorrebbe soltanto un po’ di correttezza.

Ci sono molte maniere per vendicarsi nel web, ma ne vale la pena? Sicuramente dipende da ciò che si copia, dalla sua impotranza e soprattutto da chi si appropria indebitamente di una fonte: più è “importante” il ladro, più logica è la vendetta.

La mia etica mi ipone 3 regole fondamentali:

  1. mettere tra virgolette o in corsivo il testo citato;
  2. riportare sempre la fonte, tramite un riferimento esplicito;
  3. linkare il post originale.

Quest’ultimo è il comportamento più corretto, è come dire: “mi hanno colpito queste parole di Tizio e queste altre di Caio, vai anche tu a vedere cosa dicono perché sono interessanti”.

E invece, come giustamente dice Pandemia, le fonti non le cita nemmeno Repubblica ed è una pratica piuttosto diffusa nelle principali testate italiane, figurarsi se lo fa l’ultimo dei bloggers!

Una completa collezione di strumenti per Flickr

Flickr Tools

Pensavo che fd’s Flikr Toys fosse la migliore lista di tools per Flickr, ma anche Flickr Tools è davvero molto ricca.

Oltre ad una grande collezione di strumenti, alcuni anche divertenti, in mentalaxis si trovano un sacco di notizie e due chicche: idFindr, una completa utility per trovare lo UserId di Flickr (e lo Id dei gruppi e dei photoset ad esso corrispondenti) e badgr, uno strumento basato su flash per bloggers adatto a creare badges, che permette di visualizzare il proprio photostream di Flickr nelle pagine web.

Da provare, magari assieme ai servizi ufficiali di Flickr.

All Things Web2.0: ricchissima lista su “tutto” il web2.0

All Things Web2.0 Screenshot

All Things Web2.0 è una lista ricchissima di siti riguardanti il web2.0, suddivisa per directories.

Nata dal grande traffico internet generato dal post All Things Web 2.0 – The List di Christian Mayaud sul suo blog Sacred Cow Dung e concepita come open directory (aperta cioè alla community che può segnalare, votare, recensire siti), vi si trova veramente di tutto ed è in continua espansione, essendo un progetto molto giovane.

Ci sono “cose” serie e facete, dai fumetti alla finanza, dal divertimento alle applicazioni per ufficio, dal porno alle news, dagli animali ai video… chi più ne ha, più ne metta!

Interessanti le due sezioni: Voted Best Web 2.0 Apps e Most Popular Web 2.0 Apps.

La migliore e più dinamica lista che ho trovato sull’argomento. Da provare.


Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.

Seguimi

Fanpage: