Influenza? Secondo Google in Italia non esiste

google_flu_trends

Google Flu Trends è un nuovo strumento di Google che monitora in una mappa nel planisfero relativamente in tempo reale la diffusione dei virus influenzali nel mondo.

Per il momento include 20 paesi. In base al colore si può stabilire se l’incidenza è intensa, alta, moderata, bassa o minima.

Sicuramente Google inserirà presto altre nazioni ma il fatto che l’Italia sia per ora esclusa mi fa pensare.

Le mia personalissima considerazione è questa: in Italia ancora non c’è una incidenza tale da meritare attenzione.

E allora perché si fa un gran parlare sui media della febbre suina e del virus H1N1?

Forse fa comodo a chi deve vendere i farmaci o forse serve a distogliere l’attenzione da problemi attualmente ben più gravi.

Speriamo comunque di non comparire in questa mappa oppure soltanto di colore verde.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


3 Risposte a “Influenza? Secondo Google in Italia non esiste”

  1. butred77 dice:
    Pubblicato giovedì 15 ottobre 2009 alle 00:55

    Qualcuno potrebbe darti del comunista per questo post…

  2. maurr dice:
    Pubblicato giovedì 15 ottobre 2009 alle 20:12

    Va la butred…..
    Al massimo riceve una denuncia dall’assofarma per turbativa di mercato…
    Permettimi di scherzare Alberto,anche se le cose che dici e che condivido,
    sono realta’ e’ non solo in italia…..
    Tutti ci auguriamo pero’ di essere un po spennati e preoccupati da questa influenza,ma senza nesssuna conseguenza…
    L’augurio che faccio a tutti….per natale meno sbaciucchiamenti riunioni lunghissime di famiglia e abbracci …..
    ok? ; – ) ; – )

  3. Alberto dice:
    Pubblicato giovedì 15 ottobre 2009 alle 20:15

    Devo dirti la verità, la politica non c’entra.

    Queste considerazioni le ho maturate semplicemente conversando con il mio medico di famiglia.

    Ciao

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.