RapidShare elimina il captcha e il tempo di attesa tra i download


RapidShare

Via i gatti da RapidShare! finalmente il famoso servizio di file hosting si è deciso a togliere il fastidioso captcha oggetto di tante polemiche.

Non solo, ora è possibile caricare e scaricare file grandi fino a 200 mb (il doppio di prima) ed è stato eliminato il tempo di attesa tra un download e l’altro.

Tutto ciò ha un prezzo. E’ stato introdotto il limite di velocità di scaricamento a 500 Kbps.

Via | Genbeta


Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


4 Risposte a “RapidShare elimina il captcha e il tempo di attesa tra i download”

  1. inuyaksa dice:
    Pubblicato lunedì 7 luglio 2008 alle 18:03

    Questa notizia mi fa “sorridere”. Probabilmente hanno messo un limite di 500k perché all’estero si va veloce e per chi scarica può dare “fastidio” questa velocità ribassata.
    Invece io in Italia con la mia poderosa Tele2 non mi accorgo di nulla perché 500k sono il massimo teorico che posso raggiungere. (e grazie al mio fido Netgear ogni tanto ci arrivo) 😀

  2. Mister6339 dice:
    Pubblicato lunedì 7 luglio 2008 alle 21:08

    Io oltre i 300Kb/s non ci sono mai arrivato….grazie Infostrada!! 😀

  3. AK dice:
    Pubblicato martedì 8 luglio 2008 alle 15:55

    guardate che 500 kb/s è la banda max non la velocità a cui scaricate,per ottenerla dovete dividere per 8 ossia 500/8=62.5 KByte /s il che significa che il servizio attalmente è uno dei piu’ scadenti quando invece prima con i gattini era il migliore visto e considerato che scaricavo a 200 o 300 KB

  4. Parnas dice:
    Pubblicato lunedì 14 luglio 2008 alle 23:06

    Mah… non capisco che fastidio desse il captcha con i gattini.

    Di sicuro io preferivo attendere qualche secondo in più per far partire il download, ma poi scaricare a 700 KB/s e terminare il download in pochi minuti, piuttosto che essere limitato a 60 KB/s e impiegare, di conseguenza, dieci volte tanto per completare il download.

    Rapidshare era in assoluto il più veloce tra i servizi di file sharing, ora è posizionabile tra i più lenti, a meno di essere utenti premium “paganti”.

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.