Taaz: un salone di bellezza per il trucco virtuale


Taaz

Taaz farà la felicità delle signore a cui piace truccarsi e usare i prodotti cosmetici ma anche di quelle che li vogliono solamente provare senza spendere un euro.

Basta caricare una foto di qualità del volto dal proprio computer o già online, per esempio in MySpace o Facebook, farla riconoscere a Taaz tramite una procedura guidata e provare i vari trucchi per gli occhi, le labbra e la pelle.

I toni sono straordinariamente reali, sembrano veri. Si può anche sconvolgere la capigliatura e sottoporre la propria faccia ad un vero e proprio trattamento di bellezza.

Concluso il lavoro nel salone di bellezza virtuale si potrà confrontare il risultato con la foto originale. Esse possono essere scaricate, stampate, inviate per posta elettronica, guardate nella divertente galleria.

Taaz

Taaz è un’applicazione sviluppata in Adobe Flex il cui compito è principalmente quello di provare le tecniche della cosmesi

Lo definirei come una sorta di beautycase virtuale per sconvolgere il proprio look che può essere anche usato come servizio per il fotoritocco, per personalizzare immagini e creare un fotomontaggio attraverso il make up.

Consigliato a chi frequenta assiduamente le profumerie e alle aspiranti veline…

Via | techcrunch


Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


3 Risposte a “Taaz: un salone di bellezza per il trucco virtuale”

  1. Taaz - Salone di bellezza virtuale « Pucciom’s Weblog dice:
    Pubblicato mercoledì 19 marzo 2008 alle 23:34

    […] a MaestroAlberto scopro questo ottimo servizio online che farà la felicità delle signore a cui piace truccarsi e […]

  2. fify dice:
    Pubblicato sabato 10 gennaio 2009 alle 22:39

    slt tuot les monde

  3. Annamaria dice:
    Pubblicato giovedì 28 gennaio 2010 alle 23:18

    Finalmente ho trovato ciò che cercavo da tanto!!! Grazie!!!!!!!!! ^_^

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.