Bottoncini per vittime da PageRank…

The victim was found with over 2,000 kilos of paid text links on his person...

Objects in mirror may be closer to accurate than Google PageRank appears...

Are you crying? Are you crying? ARE YOU CRYING? There's no crying! THERE'S NO CRYING IN BLOGGING!

Vendi annunci di testo? Sei anche tu una delle tante illustri vittime dell’aggiornamento del PageRank?

Non ti abbattere e prendila sul ridere. Inserisci questi ironici bottoncini sul tuo blog! Otterrai in cambio persino un backlink.

Ne troverai molti altri sulla pagina delle vittime anonime del Google PageRank.

Coraggio, ce la puoi fare…

La conferma ufficiale della penalizzazione in atto di Matt Cutts a proposito della vendita di annunci di testo.

Via | Google Blogoscoped

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


3 Risposte a “Bottoncini per vittime da PageRank…”

  1. Google Mapping Blog dice:
    Pubblicato martedì 30 ottobre 2007 alle 16:09

    caro Maestro,
    dalle mie parti
    questo si chiama
    “azzuppare il pane” ;-))))

  2. marlene dice:
    Pubblicato mercoledì 31 ottobre 2007 alle 10:38

    Pur non sapendo nulla della polemica scaturita dal cambiamento di parametri nel gradimento dei blog, ne avevo parlato in un mio post da un altro punto i vista. Dal punto di vista di chi come me scrive solo per il piacere di farlo e si ritrova penalizzata invece da chi del mezzo riesce a guadagnare in popolarità con una manciata di link. Mi potrai rispondere che il mezzo lo usi chi ne ha conoscenza, che la legge non ammette ignoranza, e se uno non è capace che levi mano e si dedichi ad altro. Ma dirò soltanto che cambiati i parametri sarete in grado di decodificarli e riposizionarvi velocemente nei posti migliori 🙂

  3. Mega69 dice:
    Pubblicato giovedì 1 novembre 2007 alle 11:09

    Praticamente il mio sito è un miracolo: è passato da 1 a 4.

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.