Texty: scrivere online senza conoscere una riga di codice



Credo che in molti staranno cercando uno strumento come Texty, un utile servizio online che consente di creare rapidamente contenuti web senza avere la minima idea del codice HTML e senza conoscere alcun linguaggio di programmazione.

Non è solamente uno dei tanti editor WYSIWYG, ornai presenti del resto su tutte le piattaforme blogging. Texty è un generatore di contenuti per il web che permette di scrivere, modificare, formattare, aggiungere immagini e quant’altro.

Una volta terminato il lavoro basta cliccare su un bottone e prelevare un codice embed (in Java) e inserirlo in una pagina web. L’editor tiene traccia dei lavori e si può modificare un articolo in qualsiasi momento

E’ possibile anche aggiungere la funzione che abilita i commenti e creare un feed RSS.

Texty rappresenta una soluzione ottima per chi lavora fuori da un blog, che dispone di un sito a disegno libero e ha bisogno di aggiungere grafica e una formattazione particolare ad una pagina web.

Mi è piaciuto particolarmente anche per un altro motivo. Ho provato a copiare ed incollare una porzione di pagina web (un elenco puntato di link con una foto) e Texty ha reso perfettamente il codice HTML. Ciò significa che è possibile generare contenuti a partire da esempi esterni e renderli propri, anche per un blog.

Lo stesso obiettivo, tuttavia, si raggiunge molto bene anche con Google Docs, che funziona come editor di testo ma che è capace di trasformare i documenti creati in codice (tramite il pulsante “Modifica HTML” ).

Texty si auto definisce “Simplest CMS”, il più semplice dei CMS.

Anche se ormai quasi tutte le piattaforme blogging dispongono di potenti editor visuali, credo che può tornare comodo anche al blogger per la sua facilità di esecuzione e per il fatto che consente di tener traccia online del lavoro svolto e di poterlo richiamare in qualsiasi momento al bisogno.

Può essere dunque usato anche come semplice bloc notes online.

Vedi anche, WriteToMyBlog: web editor supercompleto per scrivere nei blogs.

Via | TechCrunch


Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.