Scuola 2.0

Anche in Italia, a passi lenti, il mondo della scuola comincia ad accorgersi del web 2.0. Questo blog ha riservato un’attenzione particore alle esperienze, le applicazioni, le novità del web 2.0 assimilabili in qualche modo al mondo della scuola.
Di seguito elenco una serie di links provenienti dall’ambiente scolastico italiano. Rappresentano, purtroppo, non di rado soltanto esperienze isolate, nate per lo più grazie all’intraprendenza di qualche sagace docente.

Dall’universo accademico arrivano Unilife e Unispace, due community per studenti sullo stile dei più famosi siti americani legati al mondo del Colleges.

Edupodcast, è lo spazio podcast di Garamond dedicato al mondo della scuola, con servizi audio per insegnanti ed anche studenti. Contiene due importanti rubriche periodiche: Grammatica di Strada e Web Docet (dell’amico Antonio Sofi). Altro importante progetto podcasting e weblogging, questa volta patrocinato dal MIUR, è il portale Edid@blog.

Dalla blogosfera segnalo la raccolta di informazioni e links a blog didattici Blog Didattici… Appassionatamente e ScuolaER, la piattaforma blogging gratuita legata al mondo scolastico della Regione Emilia Romagna.

Dalla stessa regione proviene Alma Two Osservatorio e-learning, contenente anche un motore di ricerca collaborativo per l’e-Learning realizzato con con Google Coop.

Su questo terreno segnalo la mia esperienza personale di Ricerche Maestre, il web per la Scuola Primaria, motore di ricerca che seleziona soltanto siti scelti da esperti insegnanti dove si possono trovare risorse scolastiche per la scuola elementare e navigare all’interno di siti adatti a bambini dai 3 ai 12 anni, ed Educity, del collega Marco Gius, motore per studenti che cerca solo in siti approvati da un team di professori delle scuole italiane.

C’è chi prepara una Tesi 2.0, sfruttanddo il web per la propria tesi di laurea (che include anch’esso Ricerche 2.0, un motore di ricerca personalizzato con Google Co-op), l’insegnante consapevolmente calato nella nuova dimensione (Didattica in Rete Web 2.0), il docente che si occupa di e-learning (Anto’s Stuff).

Ci sono i portali sull’e-learning 2.0 , i blog sulla formazione 2.0, quelli che si dedicano al digital divide.

Infine c’è la miriade di blogs educativi e didattici (compreso il mio), che ogni giorno arricchiscono la rete con contenuti ed esperienze professionali e personali significative.

Ovviamente questo excursus è tutt’altro che esaustivo, ben vengano ulteriori segnalazioni e commenti, sarò lieto di ospitarli in questo blog.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


15 Risposte a “Scuola 2.0”

  1. Paola dice:
    Pubblicato giovedì 15 febbraio 2007 alle 23:15

    Ciao Alberto, ti segnalo http://share.dschola.it/default.aspx
    progetto al quale lavoro da più di un anno, e che inizia a dare buoni frutti!
    Paola

  2. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato giovedì 15 febbraio 2007 alle 23:38

    Grazie, conosco il progetto ed è veramente interessante proprio come dici tu.

  3. catepol dice:
    Pubblicato venerdì 16 febbraio 2007 alle 19:03

    ciao ti segnalo l’area scuola di http://www.elearningtouch.it 😉

  4. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato venerdì 16 febbraio 2007 alle 20:01

    Grazie Caterpol, se giungeranno altri contributi significativi proverò ad aggiornare il blog nell’immediato futuro su questo argomento.

    😉

  5. catepol dice:
    Pubblicato venerdì 16 febbraio 2007 alle 20:12

    ops era l’area scuola

  6. Natalia dice:
    Pubblicato sabato 17 febbraio 2007 alle 21:03

    Grazie per la citazione.
    “l’insegnante consapevolmente calato nella nuova dimensione”
    mi piace proprio tanto la definizione che hai dato di me 🙂
    Natalia

  7. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato sabato 17 febbraio 2007 alle 22:16

    Sei la benvenuta Natalia, questo spazio è aperto alle iniziative intelligenti come la tua.

    Ciao 🙂

  8. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato mercoledì 21 febbraio 2007 alle 00:59

    Di Scuola 2.0 parla anche Antonio Sofi ( “Altro che monologo, la scuola 2.0 è conversazione” ) su Edupodcast, citando anche questo mio post. Da leggere.

  9. mirella dice:
    Pubblicato martedì 27 febbraio 2007 alle 11:26

    Maestro Alberto,ci tenevo a farle i miei complimenti x il suo blog,segnalatomi dal mio relatore e ricco di risorse per la mia tesi e.learning 2.0.Grazie da Bari!!! 😉

  10. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato martedì 27 febbraio 2007 alle 11:34

    Grazie a te Mirella, mi fa piacere esserti stato in qualche modo di aiuto.

  11. sacha dice:
    Pubblicato mercoledì 7 marzo 2007 alle 23:39

    Ottimo articolo, utilissimo anche per la mia tesi sull’ e learning e sull’organizzazione in generale della scuola 2.0.
    Ho travato traccia del maestro anche su questo spendido blog (in inglese) ricco di risorse su questo argomento:
    http://www.solutionwatch.com/
    Ciao a tutti

  12. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato mercoledì 7 marzo 2007 alle 23:47

    Grazie Sacha. Citi un importantissimo blog americano al quale ho dedicato 3 post intitolati “Ritorno a scuola col le applicazioni del web 2.0“, se ti può interessare dà un’occhiata.

    In bocca al lupo per la tua tesi!

    😉

  13. sacha dice:
    Pubblicato mercoledì 7 marzo 2007 alle 23:50

    Corro subito a mettere nei preferiti 😉
    Grazie

  14. Tommaso dice:
    Pubblicato giovedì 17 maggio 2007 alle 17:08

    Alberto ci sarebbe volendo anche http://scuola20.tumblr.com/

    🙂

  15. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato giovedì 17 maggio 2007 alle 18:03

    Visto, a tempo debito scriverò un nuovo post sull’argomento…

    😉

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.