Riprendersi l’ADSL: soluzione “all’italiana”

Venerdì scorso, esasperato dall’odissea del cambio provider adsl e dalla lunga mancanza di connessione, ho fatto scattare la soluzione “all’italiana”, sfruttando 2 pilastri dei costumi del nostro Bel Paese: la mamma e la raccomandazione.

Mia madre è una lucidissima siimpatica signora di ottanta anni che conosce tutti. Per 50 anni ha lavorato come negoziante e potrebbe tranquillamente essere assunta come consulente della Digos o perlomeno dell’Ufficio Anagrafe del paese dove vivo.

Le ho chiesto se conosceva qualcuno che lavorasse in Telecom e in un attimo mi ha fornito un paio di nomi. Ho così contattato un tecnico tramite il quale ho sollecitatato la mia nuova adsl. Sarà stato un caso, ma dopo una settimana precisa (ieri) ero di nuovo online…

Questo sant’uomo, gentilissimo, mi ha dato anche alcune dritte su come effettivamente funzionano le cose in materia, che mi serviranno da preziosa esperienza in futuro.

Non mi resta che urlare a gran voce: “Viva la mamma!”

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


3 Risposte a “Riprendersi l’ADSL: soluzione “all’italiana””

  1. Longinus dice:
    Pubblicato sabato 10 febbraio 2007 alle 19:13

    Sono dritte “pubblicabili” oppure sono segreti professionali ?
    Credo che farebbe comodo a molti sapere come sveltre le operazioni…

  2. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato sabato 10 febbraio 2007 alle 19:21

    Nulla di speciale, ne ho parlato nei precedenti post sull’adsl…
    😉

  3. Napolux dice:
    Pubblicato lunedì 12 febbraio 2007 alle 08:47

    Eh le mamme… Se non ci fossero bisognerebbe inventarle… 😉

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.