5 cose che non sapete di me

La nuova facezia che sta girando per la rete si chiama Five things you don’t know about me e consiste nel descrivere 5 piccole cose non note al grande pubblico riguardante sé stessi e di linkare altri blogger per proseguire la catena. Mi unisco alla scia di Fullo e Andrea Beggi.

Ecco 5 cose che non sapete di me:

  1. Sono circondato da vinile, cds ed ogni contenitore musicale atto all’uso, non posso fare a meno della musica.
  2. Da ragazzo sono stato un discreto cestista, anche se ho dovuto interrompere la mia carriera per un periodo di circa 2 anni, a 20. Motivo? Operazione ad un polmone per un pneumo-torace spontaneo e dannatamente recidivo. Un viaggio all’inferno…
  3. In passato ho svolto i lavori più disparati tra cui: dipendente di una multinazionale americana di ricerche petrolifere; bracciante agricolo; lavapiatti in un ristorante italiano a Londra; operaio carrellista; impiegato comunale; gestore di un locale notturno…
  4. Ho una laurea (e mezzo) e tre diplomi di maturità. All’ultimo, preso da privatista, non ho studiato nemmeno un millesimo di secondo. Ho preso 44/60. Mia moglie è tuttora sbalordita…
  5. 12 giorni prima che nascesse mio figlio ho dovuto trasferirmi a 350 km da casa per motivi di lavoro per un intero interminabile anno. Mi sono ammalato di mal di stomaco…

Non linko nessuno ma passo la palla a chiunque voglia seguirmi. In modo del tutto scorretto, mi riservo di cambiare come cavolo mi pare a seconda dell’umore…
Siccome 5 sono poche ne aggiungo, fuori concorso, altre (ormai ho deciso di vuotare il sacco):

  • Sono stato a lungo fidanzato con il console italiano a Londra (una donna, ovviamente)…
  • Durante uno dei miei viaggi di studio in Spagna ho vissuto con una canadese che mangiava una cassa di aglio fritto al giorno, due australiane con il naso sempre sporco e un giapponese che si nutriva di pasta scotta, piselli e marmellata. Non stavo mai in casa ovviamente.
  • Il giorno della finale di coppa del mondo dell’82 ho avuto un pauroso incidente stradale in moto. Due amici ricoverati in ospedale, io fortunatamte illeso. Dopo una insolazione e la vittoria dell’Italia sono uscito di casa. Mi hanno tirato un secchio pieno d’acqua che, sfuggito di mano, mi ha colpito in pieno naso mettendomi ko…
  • Dal momento che ho il corpo pieno di cicatrici non mi farei mai un tatuaggio, anche se mi piacciono molto…
  • Alla scuola elementare sono stato sospeso e accompagnato a casa dalla bidella. E’ per questo che sono molto tollerante con i mie allievi.
  • Mi piace cucinare, soprattutto pesce.
  • Ho smesso di fumare da 3 anni, ma sto ingrassando paurosamente…
  • Mi sono già pentito di aver scritto questo post, in fondo sono una persona riservata.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


7 Risposte a “5 cose che non sapete di me”

  1. Luca Moretto dice:
    Pubblicato sabato 30 dicembre 2006 alle 01:35

    ancora con queste catene di sant’antonio! 😛

  2. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato sabato 30 dicembre 2006 alle 01:58

    chi la fa l’aspetti… simpaticone…
    🙂

    Comunque le mie sono più originali delle tue!

  3. Luca Moretto dice:
    Pubblicato sabato 30 dicembre 2006 alle 02:31

    dici? già forse hai ragione, non starai mica diventando anche tu un pò troppo “influente”?
    bye

  4. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato sabato 30 dicembre 2006 alle 02:36

    Soltanto più spontaneo.

  5. Sw4n dice:
    Pubblicato domenica 31 dicembre 2006 alle 12:00

    F-f-f-atto!

  6. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato domenica 31 dicembre 2006 alle 13:03

    🙂

  7. 5 cose che non sapete di me : Catepol 3.0 dice:
    Pubblicato mercoledì 9 giugno 2010 alle 21:13

    […] – già giocano (per dire da dove ho preso io la palla): Samuele, Andrea Beggi, Tambu, maestroalberto, napolux (che scrive  10 cose a caso su di sè), Fullo, – giocano prendendo la palla da […]

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.