Scribus, il Desktop Publishing opensource gratuito

Scribus è un potente software di Desktop Publishing, opensource e gratuito, che consente di impaginare e di creare pubblicazioni cartacee per la stampa: giornalini, biglietti, notiziari e molto altro.

Scribus LogoL’applicazione è disponibile in varie lingue tra cui l’italiano e per varie piattaforme, anche per Windows (richiede l’istallazione di Ghostscript 8.53 o superiori).

Scribus è un’ottima alternativa gratuita a Microsoft Publisher, è un programma ricco delle funzioni tipiche dei programmi da ufficio incluse quelle di grafica e di disegno. Il software è in grado di importare e salvare documenti in pdf.

Ho testato il programma durante un corso di formazione che ho tenuto per un gruppo di insegnanti della scuola primaria e non è risultato di immediata intuizione per chi non possiede adeguate competenze informatiche.

Sebbene Publisher sia ancora, a mio avviso, decisamente più “user friendly” rispetto a Scribus, il progetto legato a quest’ultimo è senza dubbio da seguire con attenzione, essendo in continua evoluzione, perché è accompagnato da guide, tutorials, wiki e forum e poiché si basa su una vasta community di utenti e di sviluppatori particolarmente attivi.

Il software, per la gratuità e, soprattutto, per le sue ottime caratteristiche, è consigliato anche in ambito scolastico.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


7 Risposte a “Scribus, il Desktop Publishing opensource gratuito”

  1. roberto dice:
    Pubblicato venerdì 11 maggio 2007 alle 05:28

    In riferimento a scribus, mi sai dire dove posso trovare guide in italiano, tutorials vari, sempre in italiano.
    io non riesco a trovare nulla a parte una guida sul lug di bolzano a nome di lorena colme.
    Se tu sai qualcosa di più, dammi dei riferimenti, anche dei link.
    grazie roberto

  2. Alberto Piccini dice:
    Pubblicato venerdì 11 maggio 2007 alle 07:02

    Purtroppo non conosco altro, se non quello che si attinge dal sito ufficiale, anche perchè non ho avuto bisogno di cercare riferimenti in italiano: il programma è piuttosto intuitivo.

    Ciao

  3. Paolo Manfrin dice:
    Pubblicato venerdì 21 settembre 2007 alle 12:35

    Utilizzo e faccio utilizzare Scribus in un istituto superiore in cui svolgo attività di tecnico di informatica. Il tutto da una settimana. Non è facile e questo vale cmq per tutti i programmi seri di Desktop Publishing (vedi Quark Express o InDesign, ecc), ma vedo che la curva di apprendimento è più bassa di quello che mi aspettavo. Ma quello che mi preme sottolineare è che MS Publisher, che è uno dei 10 software più brutti del mondo, venga utilizzato a man bassa nelle scuole superiori e sia inserito nei programmi didattici ministeriali e nei testi. Trovo a dir poco scandaloso questo fatto. Se proprio proprio si vuole spendere qualcosa perchè si ha tanto denaro da spendere, si provi Serif PagePlus, è solo in inglese ma fa miracoli è facile, ha tutto e di più ed è pure di livello professionale… costa molto poco.

  4. raffaella dice:
    Pubblicato giovedì 10 luglio 2008 alle 13:38

    sto cominciando in questi giorni ad usare scribus, dal momrnto che dovrei preparare un documento di circa 30 pagine ho creato delle pagine mastro, ma una volta applicate al documento, queste risultano bloccate e non posso caricare immagini gtesto etc…dove sbaglio???spero possa aiutarmi
    grazie 🙂

  5. a-l-e dice:
    Pubblicato lunedì 28 luglio 2008 alle 08:40

    @paolo: che ne diresti di aggiungere la tua esperienza su http://wiki.scribus.net/index.php/Success_stories ?

    e per tutti gli altri:
    – la mailing list (lists.scribus.net) risponde anche in italiano
    – e, quando sono in linea, riceverete anche un po’ d’aiuto sul canale irc #scribus di freenode (irc.freenode.net/#scribus)

    dopo le vacanze ricominceremo anche a tradurre il nuovo manuale: ogni aiuto è benvenuto!

    ciao
    a.l.e

  6. Marco dice:
    Pubblicato lunedì 26 gennaio 2009 alle 12:52

    Cosa intendi per “competenze informatiche”?

  7. Alberto dice:
    Pubblicato lunedì 26 gennaio 2009 alle 13:00

    è una questione molto soggettiva direi

Lascia un commento




Il tuo commento:




Seguimi su Pinterest

albertopiccini.it

Se stai cercando notizie e contenuti sul mondo della Scuola Primaria, clicca sul banner sopra.